Poetry in Music, part 2

Miss Havisham è un personaggio del romanzo ‘Great expectations’ di Charles Dickens. È una ricca signora di mezza età, mentalmente instabile a causa di un trauma subito, che vive nella sua lussuosa casa in rovina con la figlia adottiva, Estella. Miss Havisham è stata abbandonata
sull’altare il giorno delle nozze: da quel momento, si è chiusa in casa, non togliendosi mai l’abito da sposa.

Dickens ha preso ispirazione per il personaggio da Eliza Emily Donnithorne di Camperdown, Sydney, Australia, che, abbandonata dal fidanzato il giorno delle nozze, passò il resto della sua vita in una casa oscurata dalle tenebre, lasciando marcire la torta nuziale sul tavolo e con la porta di casa sempre aperta nel caso in cui il fidanzato fosse tornato.

Miss Havisham is a character in Charles Dickens’ novel Greats expectations. She’s a rich middle-aged lady, mentally unstable due to trauma suffered, living in her luxurious ruined house with her adopted daughter, Estella. Miss Havisham has been abandoned on the altar on the wedding day: from that moment on, she closed herself in the house, never taking her dress off bride. Dickens took inspiration for the character from Eliza Emily Donnithorne’s Camperdown, Sydney, Australia, who, abandoned by her boyfriend on her wedding day, spent the rest of his life in a house darkened by darkness, leaving the wedding cake to rot on the table and with the front door always open in case the boyfriend returned.

Loading spinner

Leave a Reply